Installazioni

La Commerciale investe in un sistema Gallus TCS 250

Collaudo Gallus TCS 250

Il momento del collaudo della Gallus TCS 250: da sinistra Andrea Citernesi, Gallus Business Driver HDIT, Mauro Artuffo e Paolo Artuffo di La Commerciale, e Antonio Kampouris, Regional Sales Gallus.

La Commerciale è un’azienda specializzata nella stampa di etichette, fondata nel 1945 ad Alba da Cesare Artuffo e diventata rapidamente, sotto la guida del figlio Adriano Artuffo, un punto di riferimento sull’intero territorio nazionale. Oggi l’azienda è guidata dai fratelli Mauro e Paolo Artuffo, che mantengono inalterati quei valori qualitativi che sono la base su cui si fonda La Commerciale.

Fra i clienti de La Commerciale ci sono molti produttori di vini, che scelgono la qualità delle etichette dell’azienda piemontese per vestire le loro prestigiose bottiglie. Per rispondere alla crescente necessità di flessibilità produttiva, La Commerciale ha deciso di potenziare il parco macchine, investendo nel suo terzo sistema Gallus TCS 250, installato in azienda nell’estate 2015.

«Abbiamo scelto per la prima volta questo sistema nel 2002 e siamo sempre rimasti pienamente soddisfatti della qualità di stampa, della flessibilità e della tenuta del registro», afferma Mauro Artuffo, titolare de La Commerciale. «Nel momento in cui abbiamo deciso di accrescere la produttività, non abbiamo avuto dubbi nel rinnovare ancora la nostra scelta.»

La configurazione dell’ultimo sistema rappresenta un’implementazione rispetto ai due Gallus TCS 250 già presenti in azienda: si compone infatti di un’unità di stampa serigrafica, cinque unità di stampa offset, un’unità di stampa a caldo semirotativa, un’unità di stampa flexo, una seconda unità serigrafica, un’unità di rilievo a secco e una fustella piana. Il sistema è inoltre dotato di calamai automatici Caber – che velocizzano gli avviamenti grazie al caricamento delle aperture tramite Cip3 in fase di prestampa, salvando eventuali variazioni – e di sistema di controllo in fase di ribobinatura – che permette di identificare eventuali errori prima della separazione sul tavolo di lavoro.

«Quel che ci serviva era abbattere i tempi di cambio lavoro e di avviamento, cosa molto frequente nel settore delle etichette vinicole data la grande diversità di impostazioni fra i singoli lavori», prosegue Artuffo che ricorda come «quando si tratta di tecnologia noi non ci chiediamo se conviene, ma solo se ci può aiutare a fare meglio. Con questo sistema siamo certi di farlo».

La nuova Gallus TCS 250 è stata una delle protagoniste dell’open house organizzata presso la sede de La Commerciale alla fine di febbraio 2016. Un evento per clienti, esistenti o potenziali, e studi grafici in cui è stato mostrato l’intero iter produttivo delle etichette, dalla presa in carico dei file fino al prodotto finito, dando modo ai partecipanti di vedere e toccare con mano la qualità dei prodotti.

Heidelberg Italia

Heidelberg Italia nasce nell’ottobre 2015 a seguito dell’acquisizione da parte di Heidelberg AG di Macchingraf, storica azienda fondata nel 1964 e presente nella sede di Ospiate di Bollate dal 1989. Una storia cominciata con la distribuzione delle macchine da stampa e l’assistenza tecnica e proseguita con la commercializzazione dei prodotti di consumo quali le lastre offset Kodak e Fuji, le lastre flessografiche Flint e i prodotti per la sala stampa oggi a marchio Saphira. Già nel 2002 l’azienda introduce con visione pionieristica il primo sistema di commercio elettronico. Negli anni ‘90 inizia la commercializzazione delle macchine da stampa Speedmaster, di cui a Drupa 2004 viene lanciato il modello XL ancora oggi riferimento del mercato. Il 2012 è l’anno dell’introduzione del grande formato a livello internazionale e in Italia inizia la commercializzazione delle macchine per etichette Gallus.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here