Aspettando drupa | Kodak Pad. 5 stand F09

Kodak procede nello sviluppo di nuove NexPress

Giuliano_Bianchet
Giuliano Bianchet, Manager Europa del sud e Vice Presidente PSD.

Sono passati quasi vent’anni da quando, nel 1997, Kodak annunciò la joint venture con Heidelberg per lo sviluppo congiunto delle macchine digitali a colori NexPress Solutions. Da allora la tecnologia NexPress (proprietà Kodak dal 2004) ha sfornato a ritmo continuo nuovi modelli seguendo con successo lo stato dell’arte elettrofotografica a toner secco.

L’ultima nata di questa prolifica serie è la NexPress ZX3900, un modello altamente performante che sarà possibile osservare in funzione dal vivo a Düsseldorf. Si tratta di una soluzione in grado di utilizzare carta più spessa e supporti sintetici, offrendo quindi agli stampatori nuove opportunità commerciali come le applicazioni per il packaging in bassa tiratura, la stampa di etichette, talloncini e cartone pieghevole di piccole dimensioni, oltre ai consueti prodotti per la stampa commerciale e per l’editoria. Anch’essa è dotata del NexPress Fifth Imaging, il quinto gruppo colore che permette l’inserimento di colori spot, effetti oro e perlescenti, nonché la stampa dimensionale in linea, il glossy di alta qualità, la filigrana o la verniciatura in un singolo passaggio. E, come le macchine della serie precedente, anche la ZX3900 dispone del Sistema Print Genius, che consente di gestire e mantenere la massima qualità per un’intera giornata di produzione attraverso la comparazione e conseguente compensazione dei valori elettrici dei principali moduli, cilindri immagine, cilindri di caucciù, gruppi di sviluppo e sistema di fusione.

Del tutto simile alla serie SX, la nuova famiglia di macchine ZX beneficia però di alcuni miglioramenti distintivi che ne potenziano la produttività e la qualità, e che potranno essere presto upgradati anche su tutte le installazioni NexPress già avvenute, tenendo fede alla promessa di scalabilità fatta al cliente al momento dell’acquisto. «I miglioramenti realizzati sulla serie ZX sono numerosi rispetto ai modelli precedenti», dice Giuliano Bianchet, Manager Europa del sud e Vice Presidente PSD. «Innanzitutto ci sarà la disponibilità di un nuovo inchiostro bianco ad alta coprenza, ma la cosa più interessante è che la nuova serie potrà accettare supporti più spessi, come il cartoncino, e un’ampia gamma di materiali sintetici. Per quanto riguarda i potenziamenti aggiuntivi, ora i modelli NexPress dispongono di un Ink Estimator ancora più preciso e di una Performance Dashboard basata su Html5, oltre a nuove ricette di spot color per il quinto gruppo di stampa e altri sistemi di controllo per l’operatore. Infine, e non è certo secondario, abbiamo allungato la vita media del cilindro con un ulteriore ciclo di 300mila fogli A4. Naturalmente tutti questi miglioramenti sono a disposizione per gli upgrade sulla maggior parte delle NexPress già installate», sottolinea Bianchet.

In fiera Kodak presenterà in anteprima anche una nuova linea Kodak NexPress che prevede un sistema di scrittura a Led multibit in grado di fornire una retinatura in mezzetinte computazionali unica sul mercato. «La nuova piattaforma, disponibile nel 2017, è caratterizzata da un nuovo sistema di elaborazione che offrirà una retinatura basata sugli oggetti e che permetterà di ottenere una qualità ottimale delle immagini, senza effetti indesiderati, oltre a una vita più lunga dei componenti chiave della macchina. Inoltre», prosegue Bianchet, «tutte le stazioni colore saranno attivabili o disattivabili, permettendo l’impiego di applicazioni aggiuntive sulla macchina da stampa».

Infine, circa le indiscrezioni giornalistiche che parlano di Efi e di Flint Group (Xeikon) come i pretendenti più accreditati per l’acquisizione della divisione Prosper di Kodak, Giuliano Bianchet non si scompone: «Abbiamo ricevuto manifestazioni di interesse da parte di aziende e dei loro rappresentanti finanziari. Questi colloqui sono, ovviamente, del tutto confidenziali».

La nuova Kodak NexPress ZX3900 può utilizzare supporti più spessi e materiali sintetici, offrendo nuove opportunità di business agli stampatori.
La nuova Kodak NexPress ZX3900 può utilizzare supporti più spessi e materiali sintetici, offrendo nuove opportunità di business agli stampatori.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here