Anteprima drupa 2016

Megatendenza Print 4.0 e collegamento in rete digitale di macchine e sistemi

Logo_touch_the_future.jpgCon un nuovo orientamento strategico, con l’ottimizzazione della durata della fiera a undici giorni, un nuovo look e un ciclo accorciato a tre anni, prenderà il via la fiera internazionale della stampa e delle soluzioni crossmediali. Sotto il motto «touch the future» drupa pone l’accento sulla forza innovativa del settore e offre una piattaforma per le tecnologie del futuro. L’attenzione è rivolta in primo luogo ai temi salienti e a quelli del futuro come la stampa, la produzione di imballaggi, il multichannel (multicanale), la stampa 3D, la stampa funzionale o la stampa ecosostenibile.

«Con questo nuovo orientamento strategico, con la sua attenzione rivolta in particolare ai temi del futuro e a quelli salienti, siamo evidentemente sulla strada giusta. Infatti la risonanza riscossa dall’industria complementare internazionale è molto alta – cosa che necessariamente non ci si aspettava, visto il difficile contesto del mercato», dichiara Werner M. Dornscheidt, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Messe Düsseldorf GmbH. Circa 1.650 espositori provenienti da oltre 50 Paesi e presenti nei 19 padiglioni della fiera dovranno dimostrare in modo convincente la molteplicità e la forza d’innovazione del loro settore. «Saranno presenti alla fiera player internazionali e aziende leader del mercato, così come aziende emergenti e aziende innovative provenienti da tutto il mondo. È presente la gamma completa dell’offerta e vengono trattati i temi riguardanti la stampa e la crossmedialità. Drupa offre appunto all’intero settore, un panorama completo a 360 gradi», dichiara Dornscheidt.

Come afferma Claus Bolza-Schünemann, Presidente del Comitato drupa e CEO della Koenig & Bauer AG, alla drupa 2016, Print 4.0 sarà la megatendenza: «Print 4.0 permette l’individualizzazione e la personalizzazione della stampa digitale. Per gli imballaggi di alta qualità o per la rapida crescente molteplicità di soluzioni nella stampa industriale e funzionale, questo collegamento in rete digitale che connette macchine e sistemi rappresenta la soluzione e contemporaneamente la garanzia per l’efficienza e la competitività. Print 4.0 è la megatendenza della drupa 2016, ciò si può riconoscere chiaramente già da ora».

Valore aggiunto: il programma quadro specializzato

Il programma quadro specializzato, con i suoi componenti quali drupa innovation park, drupa cube, le marche Pepso (Printed Electronics Products and Solutions), 3D fab + print e il touchpoint packaging, costituisce un importante arricchimento e offre ai diversi gruppi, target di visitatori un reale valore aggiunto.

Uno dei principali temi di drupa 2016 è la produzione di imballaggi (packaging production). Secondo previsioni attuali, fino al 2018, il mercato degli imballaggi crescerà fino a raggiungere 985 miliardi di US $. Una propria dimostrazione di touchpoint packaging, con circa 20 partecipanti, rispecchia l’importanza di questo mercato. Questo forum speciale che si terrà nel padiglione 12 (Stand B53) viene concepito e realizzato in stretta collaborazione con l’european packaging design association (epda), principale associazione europea di agenzie di marchi e imballaggi. Per soddisfare meglio le particolari esigenze delle diverse industrie utilizzatrici, la touchpoint packaging è stata suddivisa in quattro future lab – e cioè in food & beverage, non-food, pharma e cosmetics.

Un ulteriore tema di particolare interesse di drupa 2016 è costituito dalla stampa 3D. Il potenziale di queste tecnologie integrative di produzione, in molti mercati verticali, non è da sottovalutare. «In particolare il business dei pezzi di ricambio nell’industria meccanica o il design del packaging offrono grandi opportunità agli ingegneri meccanici, agli utenti e anche ai fornitori di servizi per la stampa», dichiara Sabine Geldermann, Direttore di drupa. Il touchpoint 3D fab+print del padiglione 7A (Stand C41) rispecchia questa gamma di prodotti. Nell’ambito di questa mostra speciale verrà presentato l’attuale «State-of-the-Art-Technologie» così come le visioni e i migliori casi pratici. Fornitori di tecnologia e utenti, espositori e visitatori, visionari e professionisti avranno la possibilità di incontrarsi qui per poter dialogare e promuovere questo interessante argomento. Un altro tema futuristico di drupa 2016 è la stampa funzionale. Esistono in tutto il mondo molte esempi di applicazione di questa Printed Electronics (stampa di componenti elettronici). Touch-Sensor (sensori tattili) sulle superfici di mobili, Bluetooth altoparlanti di carta o inchiostri conduttivi che grazie a innovative tecnologie di stampa, oggi non sono più fantascienza. Drupa 2016 affronta proprio questo argomento in diversi punti:

  1. Sotto il marchio Pepso parecchi espositori presenteranno in fiera il tema Printed Electronics Products e le sue soluzioni.
  2. La OE-A (Organic Electronics Association) tratterà questo tema con i suoi membri nel dip (Padiglione 7.0).
  3. Esma, l’Associazione per la stampa serigrafica, stampa digitale e tecnologie per la stampa flessografica, organizza nel padiglione 6 (stand C02) e nel padiglione 3 (Stand A70) un apposito programma su questo tema.
  4. Ed infine anche la VDMA (Padiglione 7A, Stand B13) offre una serie di attività nel suo «Showcase Industrial Printing».

Innovazioni che generano impulsi e Business Cases (piani economici) sulle soluzioni di stampa orientata ai processi e sulle pubblicazioni editoriali, saranno al centro di drupa innovation park, in cui si presenteranno, con soluzioni futuristiche, giovani imprenditori ed esordienti (Start-up), ma anche Global Player. Per i visitatori il «dip» del Padiglione 7.0 avrà lo straordinario vantaggio di poter esplorare su un’area visibile innovazioni pionieristiche, soluzioni e modelli commerciali. Presentazioni, conferenze e interviste nella «dip energy lounge» completerà l’offerta di circa 130 espositori.

La drupa cube parte con un nuovo approccio sotto il motto «Entertaining, Educating, Engaging». Al centro di questo evento e del programma del congresso (Padiglione 6, Stand D03) troviamo la capacità di innovazione della stampa e le molteplici possibilità di applicazione dei prodotti stampati attraverso le più svariate industrie e settori della vita. Come partner per l’innovazione è stato possibile guadagnare il consenso dell’impresa internazionale The Medici Group con il suo fondatore e CEO Frans Johannsson. Con il suo libro The Medici Effect Johannsson ha riscosso molto successo e da allora viene preso a modello per il modo di pensare e di agire al di fuori dei limiti prefissati e per l’Out-of-the-box Principle. Oltre alle sue due presentazioni del 31 maggio e 2 giugno, ci sono in programma circa 40 conferenze tenute da esperti internazionali.

Info utili

L’orario d’apertura giornaliero di drupa sarà dalle ore 10 alle ore 18 – nel fine settimana fino alle ore 17.

Il biglietto d’ingresso giornaliero costa 45 Euro, alla biglietteria in fiera 65 Euro.

Il biglietto d’ingresso per tre giorni è disponibile su internet al prezzo di 120 Euro (presso la biglietteria in fiera 175 Euro), il biglietto d’ingresso per cinque giorni 190 Euro (Presso la biglietteria in fiera 290 Euro).

Studenti e apprendisti pagano online 15 Euro invece di 25 Euro alla biglietteria.

Tutti i biglietti d’ingresso della drupa comprendono il viaggio gratuito di andata e ritorno in fiera con autobus, tram, metro, e treni che fanno parte della rete di trasporto Rhein/Ruhr VRR e Rhein-Sieg VRS (2ª classe, solo per treni senza supplementi).

Per ulteriori informazioni visitare i siti: http://www.vrr.de e www.vrs-info.de.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here