Inkjet

La finitura delle stampe inkjet

Alla domanda se ci sono dei sistemi di finitura ad hoc per la stampa digitale inkjet la risposta è che non dipendono dalla tecnologia, bensì dal formato e dalle produzioni

Uno dei grandi vantaggi della stampa inkjet è che, una volta ben asciugato, è possibile procedere alla fase dell’allestimento con le macchine già in possesso. Ecco perché il formato B2 è quello di preferenza per le macchine a foglio completamente digitali e tenderà ad aumentare in dimensione per coprire aree di produzione al limite della sostenibilità economica. Il tema della finitura sui sistemi di stampa digitali è legato ai formati adottati, ai volumi di produzione, alla necessità di automatizzare per non ampliare errori e costi di stampa, perché tutte le macchine per allestimento sono legate al mondo della stampa offset, flexo e rotocalco e i relativi volumi di stampa. Le medesime lavorazioni devono essere portate su una scala più bassa in termini di pezzi e velocità e anche l’investimento economico deve essere correlato affinché il prezzo del prodotto finale sia in linea con il mercato. Tuttavia, ci sono alcune aree dove sono stati sviluppati sistemi di finitura dedicati o particolarmente adatti a questo tipo di produzione.

Il taglio delle etichette

Nel settore delle etichette sono state sviluppate molte macchine da stampa che rispondo a esigenze produttive differenti e tutte hanno avuto la necessità di trovare un sistema di taglio adatto. Nelle macchine per micro-produzioni è adottato un sistema di taglio a utensili che permette di effettuare il mezzo taglio in diverse sagome; ha una bassa produttività perché i tempi del taglio sono lunghi e dipendono dalla complessità del prodotto, ma hanno l’indubbio vantaggio di essere economici e facilmente impiegabili. Nella media e alta produzione, sempre inkjet, sono adottate fustelle rotanti o semi rotanti che prevedono la realizzazione di un cliché oppure sempre di più il taglio laser. Quest’ultimo è quello che più segue la flessibilità della stampa digitale in quanto unisce la velocità e precisone alla possibilità di cambiare sagoma sulla stessa bobina, permettendo la possibilità di fare la raccolta lavori in produzione e di aumentare la produttività delle macchine. È necessario avere chiaro quali materiali si stamperanno e quale tecnologia di stampa si adotta perché la potenza del laser deve essere modulata proprio per questi parametri. Inoltre, il laser può essere utilizzato per operazioni come la marcatura e la microperforazione aumentando di fatto l’efficienza produttiva. Sono stati sviluppati anche ribobinatori con taglio ad hoc per i volumi del digitale, necessari per poter inserire le etichette sulle linee di applicazione automatica.

Dalle bobine di carta al prodotto finito

La stampa digitale a bobina guarda quasi sempre a un’integrazione di processo che tenda a diminuire le operazioni di spostamento e intervento manuale. Per queste macchine sono sviluppati sistemi ad hoc che consentono di arrivare alla consegna del prodotto finito come nel caso di libri e depliant. Adottare una linea completa vuol dire verticalizzare la produzione e quindi avere ben chiari i numeri che ruotano intorno a quel prodotto. La sfida è ottimizzare la banda di stampa, ma ciò deve essere supportato dalle linee di taglio finale ed è su questo che lo stampatore deve concentrare l’attenzione. Il sistema deve essere in grado di eseguire tagli differenti sul nastro stampato e di impilarli correttamente per le successive fasi di piega e cucitura o brossura; per farlo è necessaria anche una forte integrazione software che intervenga nella fase di preparazione delle plance definendo tagli e tolleranze necessarie (dipende dal numero e dalla configurazione degli elementi presenti) e inserendo i codici di controllo necessari per lo smistamento e le successive lavorazioni. Dopo questa fase le linee passano ai gruppi di allestimento finale utilizzando percorsi che consentono di mantenere la velocità di stampa.

Plotter da taglio

Lo sviluppo maggiore nella finitura è stato nei plotter da taglio che sono diventati il vero valore aggiunto nella produzione inkjet. La versatilità di queste macchine è data dal numero di utensili che permettono diversi tipi di taglio, cordonatura, abbellimenti come embossing e marcature. Anche in questi casi la scelta degli strumenti è data dal tipo di lavorazione si pensa di realizzare, quali materiali e spessori trattare. Infatti le diverse inclinazioni di taglio servono per rispondere alle esigenza di creare packaging o strutture espositive complesse con diversi materiali. La velocità di queste macchine dipende dai motori che muovo gli strumenti e dalla complessità delle lavorazioni da compiere, che aumentano il numero dei movimenti. Possono essere dotate di piani di carico e scarico automatico e nel caso di operazioni manuali possono prevedere anche il carico di più fogli scaricabili e caricabili in modo continuo.

Nobilitazione e sicurezza

Anche in questo caso molti sviluppi sono fatti per il settore delle etichette che tende ad avvantaggiarsi della stampa inkjet proprio per aumentare la flessibilità produttiva e di vestire in modi differenti i prodotti finali. L’applicazione delle vernici avviene tramite teste di stampa dedicate che possono anche realizzare spessori necessari; l’applicazione del foil è di tipo cold e per l’adesione è stesa, sempre da una testa di stampa, un’adesivizzante. Questi processi sono di solito in linea con i processi di stampa e possono essere utilizzati anche per la stampa di colori speciali o l’applicazione di vernici di sicurezza.

Di fatto il più grande vantaggio della stampa inkjet è che non necessita di particolari accorgimenti in post stampa. Il sottile film d’inchiostro perfettamente adesso non interferisce con i sistemi di presa carta e la resistenza alla cordonatura, piega e taglio permettono di essere più efficienti nella realizzazione del prodotto finale. Questo vale sia per la carta sia per i film rendendo questo processo di stampa valido anche nell’accoppiamento con diversi materiali.


Vuoi scoprirne di più? Scarica gratis il nostro speciale sulla stampa inkjet compilando il form qui sotto!


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here